STATUTO

Famiglia Siciliana

Casella Postale 130, 1707 Fribourg

 

STATUTO

Art. 1

Con il nome di FAMIGLIA SICILIANA, in data dei 10 ottobre 1997, si è costituita a Friburgo un'Associazione, la quale promette di osservare gli articoli dei Codice Civile Svizzero.

Art. 2

L'Associazione è un organismo assolutamente indipendente, apartitico, aconfessionale e vieta qualsiasi diffusione d'ideologie e dottrine di qualsiasi genere.

Art. 3

LA FAMIGLIA SICILIANA ha la sua sede presso la case lia postale N° 130, 1707 Fribourg.

Art. 4

LA FAMIGLIA SICILIANA trae i suoi mezzi per l'attuazione delle sue finalità :

a)             dalle quote annuali dei soci,

b)            da eventuali elargizioni, donazioni, lasciti,

c)             dalle manifestazioni culturali e ricreative, organizzate in concomitanza ai suoi fini sociali.

Art. 5

LA FAMIGLIA SICILIANA ha come scopo fondamentale l'assistenza ai conterranei, bisognosi d'aiuto, entro i limiti dei possibile e si propone di far conoscere il vero volto della nostra Regione attraverso manifestazioni a carattere culturale, folkloristico ed artisitico.

Art. 6

1 soci sono esonerati da ogni responsabilità, purché in tale loro qualità, non abbiano commesso irregolarità nei confronti dell'Associazione. Gli impegni di quest'ultima devono essere garantiti esclusivamente dal suo attivo.

Art. 7

Possono essere soci della Famiglia Siciliana, con diritto di voto, persone di tutte le nazionalità purché abbiano compiuto il diciottesimo anno d'età e pagata la quota sociale, naturalmente, previa richiesta scritta e accettata dal Comitato Direttivo.

Non hanno diritto al voto: i soci che non abbiano pagato la quota sociale e quanti non sia'no presenti al momento delle votazioni, poiché non si puà votare né per delega né per procura.

 

Art. 8

La lista dei soci e tenuta aggiornata da un membro dei comitato; ogni socio, a pagamento avvenuto della quota sociale, riceve la tessera, la quale comprova il diritto d'appartenenza all'Associazione.

Art. 9

ORGANI DELLA FAMIGLIA SICILIANA

a)                            Assemblea Generale

b)                            Comitato Direttivo

c)                            Revisori dei Conti

Art. 10

ASSEMBLEA GENERALE

E costituita dall'insieme dei soci. Essa è presieduta da un presidente di giornata che non fa parte dei Comitato Direttivo e dal segretario verbalizzante. Quest'ultimo procede alla stesura dei protocollo dell'Assemblea.

Art. 11

L'Assemblea Generale, conformemente quanta stabilito dalla legge e dalla statuto, ha i seguenti poteri:

a)                            procede all'elezione dei Presidente, dei Comitato Direttivo e dei Revisori

dei Conti,

b)                            vota il bilancio dell'esercizio amministrativo,

c)                            fissa la quota sociale annua su proposta dei Comitato Direttivo,

d)                            modifica 10 statuto e pronuncia l'eventuale scioglimento dell'Associazione.

Art. 12

Le votazioni si svolgono per alzata di mana ma 10 scrutino segreto è obbligatorio se almeno il 20% dei soci presenti, con diritto di voto, ne fanno la richiesta. Inizio assemblea : Prima seduta, il 50% dei soci iscritti + 1. ln seconda seduta, qualsiasi il numero dei soci si procederà all'assemblea.

Art. 13

L'assemblea generale si svolge ogni anno ed è convocata 30 giorni prima della data scelta.

Art. 14

1 soci, tramite regolare petizione, raccogliendo un terzo delle firme dei soci aventi diritto al voto, possono chiedere un' Assemblea Generale straordinaria che dovrà essere convocata entro 30 giorni dalla data di consegna della petizione.

Art. 15

Il Presidente è tenuto a convocare l'assemblea straordinaria quando un terzo dei membri ne fanno domanda per iscritto, specificandone il motivo.

 

Art. 16

COMITATO DIRETTIVO

E composta di almeno sette membri, rieleggibili alla scadenza dei mandata di due anni. Essi sono:

a)                            il Presidente

b)                            il Vice Presidente

c)                            il Segretario

d)                            il Cassiere

e)                            Tre Consiglieri

Chi non ha la tessera, da almeno un anno, non potrà essere eletto né alla presidenza, né per il Comitato Direttivo.

Art. 17

Il Comitato Direttivo è presieduto dal Presidente e in sua assenza, dal Vice Presidente. Le sue riunioni sono valide con la presenza di almeno la maggioranza dei membri in carica e le deliberazioni sono valide con la maggioranza dei membri presenti. Oualora per dimissioni, decesso 0 qualsiasi altra causa, si renda vacante un seggio nel Consiglio, subentrerà il socio primo non eletto e a parità di voti, il più anziano d'età. Allorché i membri dell'originario Comitato si siano rinnovati per oltre metà, l'Assemblea dovrà essere convocata per la nomina integrale dei nuovo Comitato Direttivo.

Art. 18

Il Presidente rappresenta l'Associazione a tutti gli effetti. ln casa d'assenza 0 d'impedimento è sostituito dal vice Presidente, in mancanza di quest'ultimo, da un membro dei Comitato. Il Comitato Direttivo puà delegare, sotto la propria responsabilità, l'esecuzione di particolari compiti a commissioni costituite da persone esperte, anche non soci.

Art. 19

Il Comitato Direttivo si riunisce su convocazione dei Presidente 0, in casa d'impedimento, dal vice Presidente. Il Comitato si deve riunire, in media, una volta al mese.

Art. 20

Il Segretario deve compilare il verbale d'ogni seduta e tenere in ordine tutti i documenti della Famiglia Siciliana.

Art. 21

Il Cassiere terrà la registrazione dei conti e si atterrà aile disposizioni dei Comitato Direttivo concernente le spese. Inoltre è tenuto ad informare, su richiesta, il Comitato sulle entrate e le uscite.

Art. 22

Il Comitato Direttivo è investito dai pote ri necessari per la direzione, gestione ed amministrazione dell'Associazione, conformemente a quanta stabilito dalle leggi e dal presente statuto:

a)                            decidere l'ammissione nonché l'espulsione dei soci,

b)                            convocare le Assemblee Generali ordinarie e straordinarie,

c)                            stabilire i regolamenti interni dell'Associazione.

 

Art. 23

Il prelevamento di somme dal conta corrente postale 0 bancario ovvero dal libretto bancario deve essere fatto con due firme abbinate, vale a dire quella dei cassiere e di un membro dei Comitato Direttivo.

Art. 24

Revisori dei Conti:

L'Assemblea generale ordinaria nomina due revisori dei conti. La durata delle loro cariche è uguale a quella dei Comitato Direttivo e anch'essi sono rieleggibili.

Art. 25

Il presente statuto puà essere modificato aile seguenti condizioni:

a)                            che la proposta di modifica sia posta all'ordine dei giorno dell'Assemblea,

b)                            che la proposta di modifica ottenga la maggioranza relativa (50% + 1) dei soci presenti all'assemblea.

Art. 26

Qualora la Famiglia Siciliana di Friburgo, per qualsiasi motivo, debba sciogliersi, sarà compito dei Comitato Direttivo in carica, insieme a tre soci scelti dall'Assemblea, ad evolvere il patrimonio esistente ad una 0 più Associazioni caritative (a secondo della legge in vigore nel cantone di Friburgo), indicate dall'Assemblea stessa, con il solito sistema di votazione (metà più uno).

Art. 27

Tutti i soci devono attenersi allo statuto e ai loro doveri. Per i casi non previsti dal presente statuto si fa riferimento aile norme contenute nel Codice delle Obbligazioni (CO) svizzero.

Il presente statuto è stato modificato dal cornitato direttivo e approvato da II' Assemblea Generale dei 7 maggio 2010.

 

 

 

 

Créer un site gratuit avec e-monsite - Signaler un contenu illicite sur ce site

×